Immigrazione, sicurezza, tasse: Trump conquista il cuore dell’America (video)

Riforme per implementare un sistema di immigrazione «basato sul merito». È quello che propone il presidente americano Donald Trump nel suo primo intervento al Congresso a Camere riunite, annunciando il nuovo bando. E i primi sondaggi lo premiano, gli americani sono d’accordo con lui, Al di là delle proteste orchestrate in piazza e alle sceneggiate dei vip.

Trump sulla riforma dell’immigrazione

Il presidente Usa si dice convinto che «una riforma dell’immigrazione vera e positiva sia possibile se ci concentriamo sui seguenti obiettivi: aumentare i posti di lavoro e i salari degli americani, rafforzare la nostra sicurezza nazionale e ripristinare il rispetto delle nostre leggi. Se adottiamo un sistema basato sul merito ne
trarremo molto benefici. Aumenteremo i salari, aiuteremo i disoccupati, risolleveremo le sorti delle famiglie, comprese quelle immigrate, risparmieremo miliardi e miliardi di dollari e renderemo le nostre comunità più sicure per tutti».

«Basta con le tasse»

«Il sistema attuale è obsoleto, danneggia i salari dei lavoratori più poveri e aumenta la pressione fiscale sui contribuenti». Per Donald Trump, «in tutto il mondo Paesi come il Canada, l’Australia o molti altri hanno politiche migratorie basate sul merito».  Proprio per questo, «stiamo prendendo misure forti per proteggere il nostro Paese dal terrorismo radicale islamico. Non è compassione ma incoscienza permettere un ingresso incontrollato da luoghi dove non esistono controlli adeguati».

«Fuori gli estremisti dagli Stati Uniti»

Coloro che entrano negli Usa, secondo l’inquilino della Casa Bianca, «dovrebbero sostenere il nostro paese e i suoi valori. Non permetteremo che gli Stati Uniti diventino un santuario per gli estremisti». Trump ha poi ribadito che sarà presto costruito «un grande grande muro» al confine con il Messico, che contribuirà a fermare il traffico di droga e il crimine. In un passaggio del suo discorso, il presidente Usa ha anche condannaton l’antisemitismo e il razzismo che hanno portato a serie di attacchi nelle ultime settimane, tra cui la sparatoria mercoledì sera in un bar di Kansas City e la profanazione di diversi cimiteri ebraici.

«L’America è orgogliosa e libera»

«Tutte le nazioni del mondo, amici o nemici capiranno che l’America è forte, l’America è orgogliosa, l’America è libera», ha detto Trump inneggiando all’inizio di un nuovo capitolo della Grandezza Americana, a un nuovo orgoglio nazionale che sta conquistatìndo il Paese e a «un’ondata di ottimismo che sta mettendo alla nostra
portata sogni impossibili».