Immigrato molestava i minori sul bus a Roma e li filmava sul cellulare

Sono stati gli investigatori del commissariato della polizia di stato di Torpignattara che, dopo un’accurata indagine hanno individuato e arrestato M.N. bengalese di 37 anni, che molestava i minori sui mezzi pubblici. È accusato di violenza sessuale in danno di minori. Negli ultimi giorni vi erano state numerose segnalazioni relative a un uomo, probabilmente extracomunitario, che aveva preso di mira giovanissimi studenti su un autobus.

Molestava i minori mettendogli le mani addosso

L’ultimo episodio venerdì scorso, ai danni di un minorenne che, mentre si stava recando a scuola è stato importunato dall’uomo. La vittima giunta a scuola, aveva raccontato l’accaduto ai suoi insegnanti che avevano subito chiamato i genitori e la polizia. Con la collaborazione di una psicologa, gli agenti hanno ascoltato la testimonianza del giovane, che è riuscito a descrivere agli investigatori il volto dell’aggressore e le sue caratteristiche fisiche. Il ragazzino ha raccontato che il 37enne, lo molestava da diversi giorni e che lo seguiva anche quando lui cambiava autobus. Le molestie erano state sempre più pesanti, fino all’ultimo episodio in cui l’uomo, gli aveva messo le mani addosso, toccandogli le parti intime.

L’intervento degli agenti

Gli investigatori diretti da Luca Cosimanti, avuta la descrizione dettagliata del molestatore e del suo modus operandi, hanno cominciato a controllare con agenti in borghese, la linea dell’autobus indicato dalla vittima, nelle ore di maggior frequenza degli studenti. E la mattina dello scorso lunedì, i poliziotti sono riusciti a fermare lo straniero proprio mentre tentava di commettere l’ennesima violenza ai danni di un minore. Inoltre, analizzando il cellulare del bengalese, i poliziotti hanno trovato numerosi video che riprendevano giovanissimi mentre viaggiavano a bordo degli autobus. Per M.N., sono scattate le manette, mentre gli investigatori continuano vagliare i filmati trovati in possesso al bengalese.