I “pacifici” manifestanti anti-Salvini: spranghe, pietre e mazze di ferro (video)

Le polemiche intorno al corteo anti-Salvini andato in scena sabato pomeriggio a Napoli proseguono, con al centro il sindaco De Magistris, che nei giorni precedenti aveva invitato i cittadini a scendere in piazza, come del resto ha fatto anche sua moglie. Salvo poi scoprire che quei “pacifisti”, composti da centri sociali, anarchici e teppaglia varia, non vedevano l’ora di scatenare la guerriglia in città, nella zona di Fuorigrotta. Alla fine il bilancio è stato di una decina di agenti feriti e quattro fermati. La Polizia ha diffuso le fotografie degli oggetti recuperati sul luogo degli scontri, durante la manifestazione anti Salvini. Pezzi di ferro, mazze, pietre, petardi e maschere di pulcinella sono state raccolte dagli agenti della Questura di Napoli.