Grillo a Renzi: «Hai rottamato solo tuo padre». La risposta: «Devi vergognarti»

Un botta e risposta duro. Da una parte Beppe Grillo, con il suo linguaggio sopra le righe. Dall’altra Matteo Renzi, che replica offeso. È una politica che si trasforma in non-politica. «L’unica notizia vera è la frase più infelice e stupida della storia, quella del rottamatore che riuscì a rottamare solo il padre», scrive Beppe Grillo sul suo blog. E si riferisce alle dichiarazioni dell’ex premier sull’inchiesta Consip, che vede coinvolto suo padre Tiziano, accusato di traffico di influenze.

Grillo e Renzi, match al veleno

Secondo il leader pentastellato, Renzi «si comporta come l’ultimo cucciolo di alien, quello bianco (mezzo uomo e mezzo alien) nasce e si mangia la madre. Così come il menomato morale dice: “Per mio padre doppia condanna”, lo esclama così… con l’intensità morale di  un’ordinazione al bar del circolo dei compagni di merende. Sono prime pagine che non si possono leggere le uniche cose comprensibili sono schifezze».

La replica: spero che tu possa vergognarti

Arriva la replica di Renzi a Grillo:«Noi siamo diversi e sinceramente ne vado orgoglioso. Questo è mio padre. Buttati come sciacallo sulle indagini, se vuoi, caro Beppe Grillo. Mostrati per quello che sei. Ma non ti permettere di parlare della relazione umana tra me e mio padre», scrive l’ex premier. «Spero che un giorno ti possa vergognare – anche solo un po’ – per aver toccato un livello così basso».