Gossip e scandali, Fillon perde la pazienza: la stampa fruga nell’immondizia

Gossip, scandali gonfiati e politica sullo sfondo delle presidenziali francesi di aprile. “Braccato” dalla stampa, il candidato gollista François Fillon ha denunciato una vera e propria “caccia all’uomo” in relazione agli articoli scandalistici apparsi sugli abiti ricevuti in regalo. La denuncia è partita dal Journal du Dimanche che per primo ha riportato la notizia di anonimi benefattori che avrebbero regalato al candidato all’Eliseo oltre 48mila euro in vestiti.

Fillon: c’è una caccia all’uomo contro di me

Ospite di Europe 1, l’ex premier se l’è presa con le «decine di giornalisti che frugano nell’immondizia». Oggi – ha detto il candidato dell’Ump all’Eliseo, sono bersaglio di un tale numero di attacchi che non posso non considerare che c’è una forma di caccia all’uomo, di mobilitazione contro di me. «Ogni giorno si scende un pò più in basso nell’intrusione nella mia vita privata. Perché?», si è poi chiesto Fillon. «Cosa spiega che ci siano centinaia, o comunque decine di giornalisti che frugano nell’immondizia per occuparsi dei miei completi, domani delle mie camicie e perché no delle mie mutande?», ha chiesto spazientito e irritato. «Non risponderò su questi temi, è la mia vita privata, non riguarda nessuno! Ho il diritto di farmi regalare un abito da un amico, non è vietato. Questo non ha nulla a che vedere con la politica. Il regolamento dell’Assemblea riguarda regali offerti a deputati nell’esercizio del loro mandato e delle loro funzioni. Si ha ancora il diritto di ricevere dei regali in questa società», ha aggiunto Fillon, candidato conservatore alle presidenziali di aprile, già finito nell’occhio del ciclone per una vicenda di presunti abusi fittizi garantiti ai suoi famigliari.