Giallo a Roma, era in vacanza con documenti falsi: arrestato 43enne bulgaro

Produceva e possedeva documenti falsi: palesemente falsi. E in più, evidentemente, ci andava in giro per il mondo senza preoccuparsi di controlli e possibili fermi.

Bulgaro in vacanza a Roma con documenti falsi

E invece, puntuale, è arrivata la richiesta di mostrare carta d’identità o passaporto, durante una normale operazione di routine di monitoraggio sul territorio svolta dai carabinieri nel centro capitolino e dintorni: così, alla richiesta rivolta dagli agenti al falsario 43enne, cittadino bulgaro accolto in una struttura della capitale e a spasso per le vie di Roma, l’uomo ha dovuto rispondere fornendo ciò di cui era in possesso (e da lui stesso realizzato, non proprio ad arte)… E dato che alloggiava in un B&B a pochi passi da piazza San Pietro con la compagna, subito dopo è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Roma San Pietro…

L’uomo ha diversi precedenti a suo carico

Lo straniero, beccato in possesso e ora accusato anche di fabbricazione di documenti d’identità falsi nel corso di una verifica alle attività ricettive, ha destato subito i sospetti dei Carabinieri, dal primo istante in cui hanno provveduto a controllare i documenti dei due alloggiati (il bulgaro e la compagna di viaggio).  Quello fornito dal 43enne stranier, in particolare, ha oltremodo insospettito i militari poiché palesemente contraffatto. Il documento esibito, infatti, nonostante riportasse la foto dell’uomo, è risultato originariamente intestato ad una terza persona e, dunque, evidentemente falsificato in una seconda fase. Il fermato, che poi è risultato avere a suo carico numerosi precedenti, è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo. Resta da chiarire il giallo sul perché: sul motivo per cui l’uomo è arrivato a Roma e si è registrato in una struttura d’accoglienza con documenti grossolanamente contraffatti…