Genova, sessantenne molesta le ragazzine. I compagni di classe le scortano

Una volta tanto non c’è crudele bullismo tra coetanei, anzi. Riferisce infatti il sito del Secolo XIX che a Genova Voltri, in una scuola media, i ragazzi aspettano le compagne di classe qualche minuto prima della campanella d’inizio delle lezioni. Poi le scortano per difenderle da un uomo di circa 60 anni che negli ultimi mesi ha avvicinato e molestato due ragazzine. 

Le adolescenti iscritte a quell’istituto ora hanno paura e i compagni le aiutano come possono, facendo gruppo per tenere alla larga il molestatore. Racconta la preside: «Ci sono stati due episodi analoghi a distanza di poche settimane, entrambi denunciati ai carabinieri anche dalla scuola – spiega Maria Rosaria Merolla– Ma sono orgogliosa di come i ragazzi hanno reagito e affrontano la loro paura».

Tutto ha inizio, racconta Il Secolo XIX nei mesi invernali in cui la mattina presto è ancora buio. “È l’inizio dell’anno. Nella creuza che sale dall’Aurelia all’istituto, compare un uomo sconosciuto. «Mi ha avvicinato e mi ha chiesto se poteva portarmi la cartella – ha raccontato una delle vittime ai carabinieri – Continuava a ripetere che era pesante, poi mi ha bloccato alle spalle e ha tentato di palparmi. Fortunatamente però sono riuscita a scappare…”.  L’episodio non è isolato, si ripete altre due volte. I genitori sporgono denuncia. 

“Molti genitori – dice anora la presidesulle prime, hanno accompagnato le loro figlie a scuola. Poi i ragazzi hanno deciso di aiutarsi, di organizzarsi perché nessuno raggiunga l’istituto da solo, specialmente la mattina presto, quando è ancora buio».