Firenze, marocchino picchia la moglie italiana davanti ai figli: arrestato

Un marocchino maltratta per l’ennesima volta la moglie italiana, picchiandola ripetutamente, davanti ai due figli di 3 anni. Il fatto accade a Firenze. L’uomo, cittadino marocchino di 37 anni, sposato con una fiorentina, è stato infine arrestato dai carabinieri per i ripetuti maltrattamenti in famiglia. Da circa sei mesi i due coniugi sono in fase di separazione a causa dei vari litigi ed incomprensioni e soprattutto per le violenze subite da anni dalla moglie. Il marito non ha mai voluto accettare la volontà della moglie di separarsi. Così ieri mattina è nata l’ennesima discussione, in presenza dei figli piccoli, che è sfociata in un’aggressione fisica. Il marocchino ha afferrato per i capelli la moglie e l’ha spinta violentemente contro l’armadio, facendola cadere sul pavimento. La donna, notando sull’armadio una bomboletta spray al peperoncino, di proprietà del marito, è riuscita  con un guizzo a liberarsi dal suo aguzzino e ha indirizzato uno spruzzo negli occhi di lui. Subito la donna è quindi scesa in strada e ha chiamato i carabinieri. Nel frattempo l’uomo, raggiunta la moglie in strada, ha cercato di trascinarla e riportarla dentro l’abitazione, ma è stato fermato grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile che lo hanno bloccato prima che potesse ancora infierire sulla moglie. Il marocchino è stato arrestato per maltrattamenti e portato nel carcere di Sollicciano. La donna, soccorsa dal personale del 118 ha riportato lesioni guaribili con una prognosi di 10 giorni.