Firenze, genitori e figlia disabile trovati morti: ipotesi omicidio-suicidio

Colpi di arma da fuoco sui corpi, straziati, tra le mura di casa di un appartamento in via Brozzi, a Firenze. I corpi di padre, madre e figlia disabile sono stati trovati senza vita questa mattina intorno alle 7.30 in un appartamento del capoluogo toscano, dopo segnalazioni dei vicini di casa che da giorni non sentivano rumori dall’interno della casa.  Al momento l’ipotesi più probabile è quella dell’omicidio-suicidio. Sul caso indagano i carabinieri. I tre corpi trovati sono di Guerrando Magnolfi di 84 anni, Gina Paoli di 82 e la figlia Sabrina di 44 anni. I tre vivevano insieme senza assistenza. A lanciare l’allarme e a chiamare i vigili del fuoco, intervenuti intorno alle 7 di questa mattina in via Brozzi, sono stati dei conoscenti della coppia insospettitisi perché i due non rispondevano più: da giorni la famiglia era data per “dispersa” e non reperibile. La strada si trova alla periferia di Firenze, in una zona popolare. L’anziano avrebbe anche lasciato dei biglietti per spiegare i motivi del gesto. I carabinieri hanno sequestrato il fucile utilizzato per
compiere l’omicidio-suicidio. Sul posto sono arrivati i medici legali per gli esami del caso e il pm di turno Benedetta Foti.