Faccia a faccia tra un ladro d’appartamenti e un bimbo: è panico

Il bambino si ricorderà della brutta disavventura per sempre. E anche il ladro, ne siamo certi. Tutto si è consumato in pochi, ma concitati istanti, nel pomeriggio di ieri (martedì 7 marzo, ndr) quando un bambino di 10 anni di Gesturi (Ca) si è trovato faccia a faccia con un malvivente che si era furtivamente introdotto in casa.

Faccia a faccia tra ladro e ragazzino in casa

La madre era uscita ad accompagnare il figlio maggiore alla fermata dell’autobus per la scuola e il ladro, approfittando della temporanea assenza della padrona di casa, di cui evidentemente aveva studiato orari, mosse e abitudini, si è introdotto nell’abitazione. Una volta dentro però il ladro si è trovato il ragazzino davanti e, colto alla sprovvista e in preda al panico, il rapinatore • evidentemente non proprio un professionista – non ha saputo far altro che assestare al piccolo un colpo alla tempia. Per fortuna, l’immediato rientro della madre ha messo in fuga il malvivente: sulle cui tracce, immediuatamente dopo l’allarme dato dalla donna che ha subito chiesto disperato aiuto, si sono messi subito le pattuglie dei carabinieri di Gesturi, Lunamatrona e del Radiomobile, tempestivamente precipitatesi sul posto e poi partite per le ricerche del malvivente. Intanto, i militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Sanluri hanno eseguito i rilievi ed avviato le indagini, mentre i medici assegnavano al piccolo 7 giorni di cure.