E sul web i terroristi islamici festeggiano: sangue per sangue (video)

I sostenitori dell’Isis stanno celebrando sul web l’attacco al Parlamento di Londra come “sangue per sangue” e come vendetta per i raid a Mosul. Lo scrive su Twitter Rita Katz, direttrice di Site, il sito di monitoraggio delle attività jihadiste sui social media. Le modalità “dell’attacco al Parlamento di Londra” ricordano recenti “attacchi ispirati dall’Isis”. Lo sottolinea in un tweet Rita Katz, direttrice di Site, il sito di monitoraggio delle attività jihadiste sui social media. Rita Katz ricorda tre attacchi dello scorso anno, quello al campus dell’università dell’Ohio, la strage di Nizza e quella al mercatino di Natale di Berlino. Sinora non sono arrivate rivendicazioni dopo i fatti di Londra. La direttrice di Site evidenzia inoltre come “l’uso di veicoli e coltelli sia in linea con le istruzioni dell’Is per compiere attacchi”. Intanto Donald Trump ha telefonato a Theresa May per condannare l’attacco di oggi a Londra ed offrire l’assistenza degli Stati Uniti nelle indagini. Lo ha reso noto il portavoce della Casa Bianca Sean Spicer. Reazioni anche dall’Italia: “Un altro attentato a Londra, un altro attentato nel cuore dell’Europa. Il terrorismo ha dichiarato guerra all’Occidente: nascondere la testa sotto la sabbia e far finta di niente non ci salverà”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Il sindaco di Londra ringrazia la polizia

“Voglio esprimere il mio ringraziamento alla polizia ed i servizi di emergenza che stanno lavorando così tanto per mantenerci al sicuro e mostrano un eccezionale coraggio in queste incredibilmente difficili circostanze”. Lo ha dichiarato il sindaco di Londra, Sadiq Khan, parlando di quello che al momento “viene considerato un attacco terroristico” . “I miei pensieri vanno alle persone coinvolte ed alle loro famiglie”, ha concluso il sindaco. “A seguito dell’attacco avvenuto a Londra nei pressi del Parlamento, si raccomanda massima cautela e di seguire scrupolosamente le indicazioni delle autorità locali evitando le seguenti zone per facilitare l’operazione di polizia in corso”. È l’avviso che è stato pubblicato sul sito dell’ambasciata italiana a Londra poco dopo l’attacco di questo pomeriggio nella sezione dedicata agli avvisi di “viaggiare sicuri”. Viene quindi fornito l’elenco delle zone che la polizia britannica sta invitando ad evitare: Parliament Square, Whitehall, Westminster Bridge, Lambeth Street fino all’incrocio con Broadway, Victoria Embankment fino alla stazione della metropolitana “Embankment”. Infine si rende noto che la ” Metropolitan Police di Londra ha istituito una linea telefonica di emergenza al numero 999″.