E adesso contro Trump si inventano anche la “protesta del cocktail”

Si preparano a dare vita a una protesta nel bicchiere i locali di Amburgo, la città tedesca che il 7 e l’8 luglio ospiterà il G20. In segno di solidarietà nei confronti del Messico e, quindi, di protesta nei confronti di Donald Trump e del muro che vuole costruire per impedire l’arrivo di migranti, alcuni bar hanno annunciato che serviranno cocktail a base di bevande e alcolici messicani

Alcolici messicani contro Trump

All’iniziativa, ribattezzata “Mexikaner in solidarietà contro Trump”, hanno aderito finora una ventina di locali. Ma i promotori, tramite il titolare di un bar di Amburgo, Bjoern Rosteck, hanno anche reso nota l’adesione di locali di altre città, non solo tedesche: da Berlino a Lipsia, da Vienna a Copenaghen. 

Negli Usa polemiche per il decreto anti-immigrazione

Negli Stati Uniti, intanto, continua a far discutere il nuovo decreto sull’immigrazione firmato dal presidente. Secondo la stampa americana, infatti, malgrado le modifiche, il provvedimento resterebbe «arbitrario e insensato», come titola il Washington Post e addirittura «illegale», secondo quanto scrive il New York Times. Il decreto «non facendo nulla per contribuire a un’opera di deterrenza rispetto agli attacchi terroristici in questo Paese, di fatto invece aiuta lo sforzo di reclutamento dello Stato Islamico e di altri gruppi dando fondamento alla tesi secondo cui l’intolleranza anti-islamica è diffusa negli Stati Uniti», si legge sul Washington Post, secondo cui, in attesa che i tribunali decidano sulla validità legale del decreto, già adesso «è chiaro che esso resta antitetico agli interessi americani, ai valori, alla tradizione e alla sicurezza degli Stati Uniti».