Droga e immigrazione irregolare, raffica di arresti alla periferia di Roma

Droga, violazione degli arresti domiciliari e della legge sul permesso di soggiorno: tre arresti e quattro denunce alla periferia est di Roma. È  il bilancio dei controlli effettuati ieri pomeriggio nei quartieri di Centocelle, Tor Tre Teste e Torpignattara dai carabinieri.

Periferia di Roma, l’operazione dei carabinieri

Agli arresti, avvenuti nella periferia di Roma, è finito un romano di 51 anni, già sottoposto ai domiciliari. L’uomo a seguito di un controllo è stato sorpreso con sei grammi di hashish e cinque di cocaina. In manette anche un cittadino marocchino di 35 anni, in esecuzione di un ordine di sostituzione della pena dell’obbligo di firma con quella in carcere, emesso dal tribunale di Roma. I carabinieri hanno bloccato pure un cittadino bulgaro di 37 anni, con precedenti, in esecuzione di un ordine di sottoposizione agli arresti domiciliari emesso dal tribunale di Viterbo: l’uomo deve espiare la pena di un anno di reclusione per reati legati agli stupefacenti. 

Periferia di Roma: quattro i denunciati 

Altre quattro persone sono state denunciate a piede libero: un cittadino romano di 54 anni per inosservanza della misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza; un cittadino peruviano di 35 anni, con precedenti, perché è stato sorpreso a rubare alcolici dagli scaffali di un supermercato di via Acerenza; due cittadini georgiani di 32 e 36 anni, sono stati denunciati perché non in regola con il permesso di soggiorno.