Don Pippo Larosa è il prete cowboy: “spara” contro la Camusso in tv

Ora qualcuno, in paese, lo chiama il prete cowboy. Sul web altri lo etichettano come giustiziere. È Don Pippo Larosa, parroco di Zungri, piccolo centro del Vibonese. Tutto nasce da una foto postata da un amico che lo ritrae con una pistola in mano puntata contro il televisore. Il televisore era acceso e c’era l’immagine di Susanna Camusso.  La foto è stata postata su Facebook con un commento del prete: «Io a questa me la farei. Fuori» Il post è diventato virale.

Don Pippo Larosa e la foto su facebook

Qualcuno ha fatto copia e incolla e ha inviato la foto e relativo commento alle redazioni dei giornali, creando il caso. Investito dalle polemiche il parroco di Zungri ha subito cancellato il post e ha messo una foto del Papa. Ma a quel punto la frittata era fatta. Don Pippo Larosa ha commentato l’episodio come un «equivoco» e ha chiesto scusa alla leader della Cgil. È intervenuto anche l’avvocato Carmine Pandullo, legale del sacerdote. «La foto su Facebook è stata pubblicata per via di una sfortunata casualità, così come casuale è che proprio in quel preciso frangente fosse trasmessa sullo schermo un’immagine del rispettabilissimo segretario nazionale della Cgil Susanna Camusso».

L’arma era una pistola giocattolo

L’arma è una pistola giocattolo. Nella foto Don Pippo Larosa la impugnava con tutte e due le mani facendo il gesto di mirare al volto della Camusso. Il parroco di Zungri non è nuovo a polemiche. Qualche mese fa è stato protagonista di un altro caso. Ha affidato il restauro del quadro della Madonna della Neve, patrona di Zungri, a una restauratrice senza bandire la gara d’appalto. Contro di lui c’è stata una levata di scudi di un’associazione culturale locale.