“Chiattona!”: De Luca apostrofa esponente grillina. Di Maio: “Cafone”

“Condanniamo l’epiteto sessista e volgare adoperato dal presidente De Luca e indirizzato contro la persona di Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 Stelle a margine del consiglio regionale della Campania. Un episodio vergognoso che non ci meraviglia quando si tratta di un personaggio squalificato come è il presidente De Luca. A Valeria Ciarambino va la solidarietà del gruppo consiliare regionale del Movimento 5 Stelle”. È la furibonda nota diramata dal Movimento 5 Stelle dopo le parole pronunciate dal presidente De Luca fuori l’aula consiliare, al termine del Consiglio. “De Luca, infastidito dai consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle – si legge nel comunicato -, ha chiamato Ciarambino chiattona”. “Un insulto adoperato con violenza tra le risate di alcuni componenti della maggioranza tra cui il consigliere Francesco Borrelli – è il segno fortissimo del loro nervosismo e della difficoltà estrema in cui si trovano davanti all’azione politica del Movimento 5 Stelle. Stigmatizziamo l’indegno episodio ed esprimiamo la nostra vicinanza e solidarietà”, concludono i pentastellati. Sull’episodio intervengono anche i big dei 5 Stelle: “Che De Luca fosse un cafone lo sapevamo, ma ha oltrepassato il limite. Questa è la classe dirigente del Pd. Forza Valeria, sei una roccia!”. Lo scrive su Twitter Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera, commentando le parole con cui il presidente della regione Campania De Luca ha apostrofato la consigliera M5S Valeria Ciarambino.

(foto Movimento 5 Stelle)