Pirozzi candidato alla Regione Lazio? Lui smentisce: «Penso ad Amatrice»

Secondo i rumors, ci sarebbe già l’accordo di Fratelli d’Italia e Forza Italia intorno alla candidatura a governatore della Regione Lazio di Sergio Pirozzi, il sindaco di Amatrice. A pubblicare l’indiscrezione è stato il quotidiano Il Tempo, spiegando che «la proposta sarebbe stata formalizzata nei giorni scorsi dalla leader di FdI Giorgia Meloni», che «ne avrebbe discusso con gli esponenti di Forza Italia a partire dal governatore della Liguria Giovanni Toti».

Toti: «Non so di cosa si stia parlando»

I diretti interessati chiamati in causa dal quotidiano, però, smentiscono. «Non so di cosa si stia parlando», ha commentato Toti, aggiungendo di ritenere che Pirozzi sia «un sindaco che sta facendo, sul fronte molto difficile del terremoto, un buon lavoro e lo vedo molto vicino ai cittadini. Dopodiché – ha precisato l’esponente azzurro – devono essere i partiti del Lazio a decidere chi si candida nel Lazio e non Toti dalla Liguria».

Pirozzi: «Io penso ad Amatrice»

Lo stesso Pirozzi ha chiarito di non pensare al Lazio, perché «io penso ad Amatrice come è giusto che sia». «Ognuno può pensare e scrivere quello che vuole, ma in questo momento l’unico obiettivo che ho in testa è Amatrice e non potrebbe essere altrimenti», ha proseguito il primo cittadino, ricordando che «io qui ho guerra e distruzione, devo lavorare giorno e notte, come sto facendo dal 24 agosto, per dare speranza e futuro a questa terra che ha subito le ire della natura». «La mia vita è cambiata, ho rinunciato al mio lavoro, sto h24 al servizio della mia comunità nelle macerie con un’indennità di 660 euro netti e lo faccio – ha concluso Pirozzi – perché è giusto così».