Caccia-bombardiere Usa centra nel mirino 2 talebani in moto. E i due…(video)

Talebani e miliziani dell’Isis riscrivono decalogo e codici bellici. qualle combattiuta in siria e in Iraq, in Afghanistan, è una guerra senza fine e senza quartiere. Una guerra giocata a colpi di agguati e imboscate. Una guerra che non ammette l’abbassare la guardia. Mai. L’ultima testimonianza diretta arriva da un video di pochi secondi in cui si vede un caccia-bombaridere americano, precisamente un A-10 Thunderbolt statunitense, posizionare il centro del mirino, centrare alla perfezione l’inquadratura, aspettare la sovrapposizione perfetta tra quadrante e bersaglio e, quindi, il sincorinismo al millesimo di secondo della concomitanza di tempi. E per due talebani in  fuga in moto non ci può essere scampo.

Cecchino centra il bersaglio su due talebani in fuga

Quindi: colpito e affondato il soggetto preso di mira con il suo cannone a canne rotanti. E il soggetto preso di mira sono due ignari e ignoti talebani per le terrose vie dell’Afghanistan che percorrono, fuggendo, a bordo di una moto. Le due vittime nel mirino del cecchino, centrate in pieno, scompaiono in un’enorme nuvola di polvere. Anche questa è guerra: non convenzionale come quella tra due fazioni contrapposte che si affrontano dalle rispettive trincee: ma le battaglie degli ultimi anni cobattute contro talebani afghani e miliziani jihadisti hanno trasformato – e degenerato, per quanto possibile – anche i dettami del classico scontro tra nemici, azzerando nel giro di breve, tra reclutamenti in Rete, addestramenti al computer, indottrinamente in moschea, cecchini sparpagliati ovunqe, droni, rapimenti a profusione, esecuzioni postate online, distruzione di opere d’arte, che la guerra combattuta con schemi e armi convenzionali è un concetto superato e vinto. Da tempo.