Brexit, Berlino a muso duro con Londra: “Non ci sono diritti senza doveri”

Londra non può aspettarsi di usufruire di diritti senza dover assolvere ai propri doveri. Il monito arriva dal ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, nel giorno in cui il Consiglio Europeo presenta le linee guida per il negoziato sulla Brexit. “Vogliamo che gli inglesi ci restino vicini, ma non ci sono diritti senza doveri”, ha ammonito Schaeuble parlando con la ‘Neue Osnabrueker Zeitung‘. “Sarà anche un processo di apprendimento, in particolare per gli inglesi – ha aggiunto – Hanno il loro grande centro finanziario a Londra ma non manterranno il loro accesso al mercato europeo se non accetteranno le regole dell’Ue“.

“La Brexit non deve dividerci”

Schaeuble ha anche chiesto ai 27 di restare uniti segnalando il rischio che vengano fatti tentativi “di mettere i diversi stati Ue ed i loro specifici interessi gli uni contro gli altri”. Anche la Germania sarà coinvolta, con i suoi produttori automobilistici ed altri esportatori, ha aggiunto: “Ma non possiamo lasciarci dividere, dobbiamo restare uniti nei nostri colloqui con il governo di Londra”.