Berlusconi: «Comunque vada sarò in campo». L’annuncio ai ‘seniores’ di FI

Silvio Berlusconi non usa giri di parole: “Confido in Strasburgo. Ma, se anche per assurdo, non potessi candidarmi, sarò comunque in campo per fare la campagna elettorale. D’altronde neppure Renzi e Grillo sono in Parlamento. I sondaggi dicono che sul referendum ho spostato il 5% a favore del No. Farò la stessa cosa in campagna elettorale, proprio come accadde nel 2013“. Parlando ai seniores di Forza Italia riuniti a Villa Gernetto il Cavaliere annuncia così il suo ritorno in campo per le prossime elezioni e lo fa ricordando agli immemori quanto accadde l’ultima volta che in Italia si è votato per le politiche: “Avevo lasciato Forza Italia nelle mani di Alfano ed era calato all’11,7%. Sono tornato a fare campagna elettorale e dopo 21 giorni abbiamo chiuso al 21,7″ ha ricordato Berlusconi ai ‘seniores’ azzurri guidati dal responsabile nazionale, il senatore Enrico Pianetta. Sul tavolo il nuovo programma di Forza Italia, contenuto nel progetto ‘l’albero della Libertà’, con particolare attenzione alle problematiche sociali degli anziani. Il Cavaliere ha inoltre spiegato tutte le iniziative che ha in mente per la ‘terza età’, a cominciare dal tema dell’assistenza e delle cure sanitarie. Sotto forma di benefit, sussidi e agevolazioni fiscali. Berlusconi sta studiando misure ad hoc per gli ‘over 60’, da usare come ‘arma’ in campagna elettorale’. Insomma, Renzi e Grillo sono avvisati: il Cavaliere c’è.