Autista folle correva come un pazzo sul bus: pendolari terrorizzati

L’autista di un bus con a bordo 50 pendolari è stato fermato sull’Autopalio dalla polizia poiché correva troppo. L’uomo, 29enne della provincia di Siena, senza curarsi della presenza di un cantiere, viaggiava infatti in prossimità di Colle Val d’Elsa in direzione Firenze, a 90 all’ora, Nonostante il limite di velocità gli imponesse i 40 km orari dovuto allo scambio di carreggiata. Incurante del fatto che quel tratto di strada è particolarmente insidioso, ha continuato nella sua folle velocità, infischiandosene del disagio evidente maniestato dai passeggeri.  Per la pericolosità del tratto,  la polizia stradale monitora ogni giorno quella parte di strada. Proprio lì , infatti, i poliziotti della sezione di Siena hanno fermato un altro bus con un gruppo di studenti, ritirando la patente all’autista per eccesso di velocità. La scena si è ripetuta due giorni fa: gli agenti, alle ore 21 circa, hanno visto la sagoma del pullman che si avvicinava troppo velocemente e, giunto a tiro, hanno intimato l’alt all’autista.

Corsa folle sul bus: via 16 punti dalla patente

Il conducente, tra l’altro, non aveva attivato neppure la scatola nera del mezzo, al fine di non registrare i dati di bordo, tra cui i suoi tempi di guida e di riposo. La polizia  gli ha pertanto sospeso la patente, decurtato la patente di sedici punti e inflitto una multa di circa 2.000 euro. L’azienda che gestisce il servizio di linea ha inviato sul posto un bus sostitutivo, per consentire ai pendolari di giungere a Firenze. Loro, terrorizzati,  hanno apprezzato l’impegno dei poliziotti teso a far viaggiare in sicurezza quelli che, ogni giorno, sono costretti a spostarsi per lavoro in bus.