Asta record a Londra per un quadro di Klimt: venduto a 56 milioni di euro

La crisi internazionale non colpisce gli appassionati d’arte, che continuano a sfidarsi nelle aste più importanti del mondo per accaparrarsi i capolavori più pregiati battuti dalle società specializzate. L’ultima acquisizione da record riguarda un’opera di Gustav Klimt, “Bauerngarten”, una delle opere più importanti del pittore nato nel 1862 e morto nel 1918: il quadro, mai prima in vendita, realizzato al culmine della carriera pittorica dell’artista austriaco, immortala un magnifico giardino fiorito del 1907 ed è stato battuto da Sotheby’s Londra ieri sera per 48 milioni di sterline (56 milioni di euro).

Una sfida a due per il quadro di Klimt

Il capolavoro di Klimt è stato al centro di un’accesa gara al rialzo tra quattrocollezionisti. Si tratta di un record per un paesaggio dipinto da Klimt e il terzo prezzo più alto per un’opera d’arte battuta all’asta in Europa. Non si conosce il nome dell’acquirente. La tela “Bauerngarten” è stata esposta nella mostra “Painting the Modern Garden” alla Royal Academy of Arts di Londra nel 2016. Il luminoso dipinto intitolato “Bauerngarten” fu realizzato da Klimt nello stesso periodo dei suoi dipinti d’oro e in particolare del ritratto dorato di Adele Bloch-Bauer I.

Il precedente dell’asta per Modigliani

Uno dei ritratti maschili più celebri realizzati da Amedeo Modigliani (1884-1920), reso leggendario per la sua esposizione alla Biennale di Venezia nel 1930, è stato aggiudicato nella stessa asta londinese per 16 milioni di sterline (18,7 milioni di euro). Si tratta del “Ritratto di Baranowski”, olio su tela dipinto nel 1918: raffigura Peirre-Edouard Baranowski detto Barà, l’androgino pittore membro della colonia polacca a Parigi.