Vendeva droga a un minorenne al parco: arrestato un richiedente asilo nigeriano

Era sbarcato sulle nostre coste qualche mese fa, insieme a quella marea di profughi e migranti che approdano quotidianamente in massa nei nostri porti. A quanto si apprende incrociando le poche informazioni che trapelano sul caso e sull’immigrato africano, l’uomo, un 24enne ospitato in una struttura d’accoglienza livornese, si era subito ambientato e inserito nel sistema di accoglienza di casa nostra – con tanto di richiesta d’asilo – inserendosi come tanti altri colleghi prima e in contremporanea a lui, nel giro dello spaccio cittadino. E così ieri, di prima mattina, è stato arrestato  dai carabinieri della stazione di Livorno Centro con l’accusa di spaccio di droga: a un minorenne.

Arrestato pusher nigeriano: aveva chiesto asilo all’Italia

Il giovane straniero, arrivato in Italia da qualche mese e al momento del fermo in attesa che venisse esaminata la sua richiesta di asilo, è stato bloccato dunque mentre cedeva alcune dosi di marijuana ad un ragazzo di 17 anni ed a una giovane di 19, all’interno del parco pubblico di Via Emilio Zola. I militari hanno sottoposto a sequestro le dosi di stupefacente, il materiale di confezionamento, nonché la somma di 20 euro, provento dell’attività di spaccio appena conclusa alle 8.30 del mattino quando i carabinieri di zona hanno mandato all’aria i suoi “affari”. Affari conclusi dall’immigrato nigeriano in spregio di tutto, compreso il fatto che il ragazzino a cui stava vendendo la droga era un minorenne. E così, arrestato per aver commesso il fatto con l’aggravante della vendita di droga ad un minore, il richiedente asilo sarà giudicato nella giornata odierna presso il Tribunale di Livorno con il rito direttissimo mentre i due acquirenti saranno segnalati all’autorità amministrativa quali assuntori.

Vendeva droga a un minorenne nel parco cittadino

Assuntori come ce ne sono tanti, pronti ad alimentare un traffico di droga sommerso e incrementato dalla facilità con cui – grazie anche alla manodopera straniera – nelle nostre città è davvero sempre più facile contattare pusher e acquistare droga a basso costo. Non a caso, l’operazione appena aìconclusasi con il fermo del nigeriano a Livorno si inserisce nell’ambito di una serie di interventi preventivi disposti dal comando della compagnia dei carabinieri della città toscana, anche con l’ausilio delle unità cinofile dell’Arma, mirati a prevenire i fenomeni di spaccio all’interno dei parchi pubblici e nei pressi degli istituti scolastici della città.