Ugl a Montecitorio coi manifestanti: «Trecentomila posti di lavoro a rischio»

«Vi porto la solidarietà dell’Ugl per questa sacrosanta battaglia che la nostra organizzazione sindacale ha iniziato per prima e solitaria, quando la direttiva Bolkenstein non era ancora stata approvata e nessuno se ne preoccupava». Questo il messaggio del segretario nazionale Ugl Terziario, Luca Malcotti, nel suo intervento in piazza Montecitorio durante la manifestazione organizzata in occasione della discussione del decreto Milleproroghe sulla direttiva stessa.

L’Ugl ha lanciato l’allarme da tempo sulla direttiva Bolkestein

«Dopo tante promesse ed altrettante prese in giro – ha sottolineato, spiegando il sostegno della sua federazione alla vertenza degli ambulanti – ci aspettiamo che la Camera approvi una proroga che contenga la sospensione di tutti i bandi in corso. La proroga non deve essere finalizzata ad un semplice rinvio, ma a guadagnare il tempo necessario per ottenere che la direttiva servizi non venga applicata agli ambulanti».

Malcotti: “Ugl solidale con chi protesta”

«A rischio – ha aggiunto Malcotti – ci sono oltre 300 mila posti di lavori di piccole attività a conduzione familiare che non hanno mai chiesto nulla allo Stato e che adesso chiedono solo di essere lasciate in pace e di poter continuare a lavorare».