Trump a Netanyahu: Due Stati? Va bene tutto, basta che vi accordate…

Nel negoziato di pace tra Israele e palestinesi, “entrambe le parti dovranno fare dei compromessi”. Lo ha detto il presidente Usa Donald Trump, rivolgendosi al premier israeliano Benjamin Netanyahu, nella conferenza stampa che precede il loro incontro alla Casa Bianca. Gli israeliani, ha detto ancora Trump nella conferenza stampa, “dovranno dimostrare un po’ di flessibilità”. I palestinesi, ha aggiunto dovranno mettere da parte l’odio. Nel negoziato di pace, ha affermato il presidente Usa, ci saranno anche altri “attori” che avranno “un ruolo”. Trump dice che gli “piacerebbe” spostare l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme, ma rimane vago sui tempi limitandosi ad un “vedremo cosa succederà”. Per quanto riguarda una pace in Medio Oriente con due Stati, Donald Trump afferma che concorderà con quanto vorranno entrambe le parti. “Sarò felice con quanto preferiranno” le due parti, ha detto il presidente americano in conferenza stampa con il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu. Finora la linea ufficiale degli Stati Uniti è stata il sostegno ad un negoziato fra israeliani e palestinesi in vista di un accordo con due Stati, che vivano accanto in pace e sicurezza.

Netanyahu: Israele non ha miglior alleato degli Usa

“Per quanto riguarda gli insediamenti, preferirei che ci si trattenesse un po’, vedremo. Ma vorrei che si arrivasse ad un accordo”, ha detto ancora il presidente americano. Suscita perplessità la dischiarazione di Trump, in genere così diretto, sulla legazione americana: “Per quanto riguarda il trasferimento dell’ambasciata a Gerusalemme, mi piacerebbe che accadesse. Ce ne stiamo occupando con molta, molta energia. Ce ne occupiamo con molto, molto impegno, credetemi. Vedremo cosa succederà”, ha affermato il presidente americano. da parte sua Benyamin Netanyahu, il quale ha detto che gli Stati Uniti sono il miglior alleato di Israele.  L’incontro è stato comunque molto cordiale. Accolto sulla porta della Casa Bianca, Netanyahu ha stretto la mano al presidente americano e ha baciato su entrambe le guance la first lady Melania.

(foto Haaretz)