Topless vietati in spiaggia, la polizia caccia tre donne: “Fascisti!” (video)

«Per la gioia dei tettofobici ce ne andiamo da questa spiaggia fascista». E se vanno sdegnate e rivestite, sotto l’occhio della polizia argentina che gli aveva intimato di coprire quei seni al vento. Accade sulla spiaggia di Necochea, in Argentina, dove alcuni bagnanti segnalano la presenza di donne in topless su una bagnasciuga frequentato da famiglie e bambini. E la polizia interviene, si apre una discussione e alcuni bagnanti prendono le difese delle ragazze ritenendo eccessiva quella reazione per un seno scoperto. I poliziotti  chiedono alle tre di rivestirsi. “Sono solo tette, come quelle che ti hanno dato da mangiare da bambino”, risponde una delle tre colpevoli di essere in topless sulla spiaggia. Gli agenti non cedono, le ragazze si oppongono e in soccorso dei colleghi arrivano altri 20 poliziotti. Alla fine le “svergognate” se ne vanno…