Tentano una rapina in tabaccheria, poi la folle corsa per fuggire all’arresto

Finisce in manette con l’accusa di tentato furto aggravato una coppia di giovani palermitani, Giovanni Puccio, 23 anni e Pietro Santoro, 19 anni, entrambi volti noti alle forze dell’ordine. In piena notte, una pattuglia dei carabinieri impegnata in un servizio di controllo del territorio e di
contrasto dei reati predatori, transitando davanti a una tabaccheria in Corso Umberto ha notato lo strano movimento di due persone davanti alla saracinesca dell’esercizio pubblico.

Dalla rapina in tabaccheria alla fuga

Probabilmente accortisi  della presenza dei militari, i due malviventi si sono allontanati velocemente dal luogo del reato e sono saliti a bordo di una Lancia Y che avevano parcheggiato poco distante. Il tempestivo intervento dei militari ha permesso di bloccare i due giovani all’interno della vettura dopo un inseguimento per le vie del centro abitato, nonché di rinvenire nella loro disponibilità diversi attrezzi da scasso, tra cui un piede di porco.

Si cercano eventuali complici

I successivi accertamenti sul luogo della rapina in tabaccheria, hanno permesso di riscontrare come i due giovani avessero già forzato il lucchetto della saracinesca per potervi accedere, dopo aver provveduto al danneggiamento delle telecamere del sistema di videosorveglianza. I due, al termine delle formalità di rito, sono stati tradotti presso il Tribunale di Termini Imerese per il giudizio direttissimo, al termine del quale l’arresto è stato convalidato. Proseguono le indagini dei Carabinieri volte ad identificare eventuali altri complici dei due arrestati.