Spacciava, era latitante e viveva in una villa di lusso di quattro piani

Si è conclusa la caccia all’uomo che ha  tenuto impegnati i carabinieri, tra l’Italia e la Spagna, durante tutto il periodo delle festività natalizie. Grazie alla proficua collaborazione con l”’Udyco Central”, unità specializzata antidroga della polizia nazionale spagnola, i carabinieri hanno catturato il 46enne latitante Corrado Roncali, sul quale pendeva un ordine di cattura, dovendo lo stesso scontare un cumulo di pene definitive per un totale di dieci anni di reclusione, per molteplici reati, tra i quali associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, favoreggiamento reale e personale nonché evasione, fatti commessi tra il 2001 e il 2014.

Il latitante viveva alle porte di Madrid

Il provvedimento, emesso il 28 gennaio 2015 dall’ufficio esecuzione penale della procura presso il tribunale di Milano, che prevede anche l’interdizione perpetua dai pubblici uffici, era stato internazionalizzato ai fini dell’estradizione del condannato, su sollecitazione dei carabinieri di Roma. L’intensa e sistematica attività di ricerca del latitante, condotta congiuntamente dai carabinieri di Roma e Milano, e dalla polizia spagnola con il fondamentale coordinamento della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga (presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno), ha consentito di localizzare il domicilio di Roncali in una zona montuosa della città di Guadalajara, distante 60 chilometri circa dalla capitale spagnola Madrid.