Sfottò Pd-FdI, Totaro: “Devo menà a Orfini?”, La Russa: “Volete le squadracce?”

Fratelli d’Italia nella sala del governo alla Camera. Non è un’occupazione, né una simbolica presa del potere. E’ una normale riunione del gruppo quasi al completo sulla legge elettorale, con Ignazio La Russa, Fabio Rampelli, Achille Totaro e altri. Ma è pur sempre la sala del governo, che viene concessa in caso di votazioni in aula. Fatto sta che i deputati di Giorgia Meloni discutono e approfondiscono mentre a più riprese scorrono diversi ministri per raggiungere una delle uscite di Montecitorio.E quando si incrociano, gli esponenti della destra seduta al tavolo di quelli che invece stanno sfilando, c’è uno scambio di saluti, e
inevitabili battute, con particolare riferimento alle vicissitudini del Pd. La Russa e Rampelli sono i più sperimentati negli sfottò goliardici, che vengono accolti con sportività dai destinatari. L’ex ministro della Difesa prende di mira il titolare della Giustizia, Andrea Orlando: “Se ti servono le squadracce…”. E Achille Totaro: “A chi dobbiamo mena’, a Orfini? Rampelli apre al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini: “Se vuoi ti facciamo un correntone pure noi…”. Tutto all’insegna di un certo fair play. Anche da parte degli esponenti dem. Come se di fronte ai travagli del Pd di queste ore non  potesse guastare un po’ di umorismo, per quanto “noir”….