Scalfarotto difende Renzi da Crozza: «Grazie a lui mi sono sposato» (video)

Due giorni fa, a Sanremo, Maurizio Crozza aveva massacrato Matteo Renzi chiedendosi cosa fosse rimasto del suo governo, oggi uno dei “beneficiari” della legge sulle coppie gay, Ivan Scalfarotto, lo difende, come se il suo interesse coincidesse con quello della nazione. «Stasera è importante perché uno dei giovani si laureerà campione e mi dispiace, perchè in questo paese se ti laurei dopo non puoi più fare il ministro dell’istruzione», aveva detto Crozza, paragonando la durata del mandato di Conti al festival con quello di Renzi a Palazzo Chigi: «Tu hai riciclato Arisa, sdoganato Gabriel Garko e ora stai cercando di rendere umana Maria De Filippi. Del governo renzi cosa è rimasto? Piuttosto uno in tre anni impara a suonare l’ukulele! Tu dirai: che caz.. te ne fai? Perché di quello che ha fatto Renzi che cazzo te ne fai?».

La difesa di Scalfarotto
dalle accuse di Crozza a Renzi

«Del governo Renzi cosa è rimasto?», dunque. Ivan Scalfarotto, deputato Pd, omosessuale e attivista da sempre in prima linea per i diritti della comunità LGBT, ha risposto con un sms  inviato al comico genovese, per poi pubblicarne uno screenshot sulla pagina Facebook. «Ho una risposta al tuo interrogativo di ieri a Sanremo – si legge nel testo -, caro Maurizio: in primavera mi sposo. A quel punto la mia famiglia e la tua saranno uguali in diritti, dignità e libertà. E lo saremo quindi anche io e te. Se anche del governo Renzi non fosse rimasto nient’altro, e non è così – continua Scalfarotto -, sarebbe già da sola una cosa
rivoluzionaria. Si chiama uguaglianza: prima non c’era, ora c’è. Per il prossimo monologo. Un abbraccio, Ivan».