Salvini: «Il mio unico avversario è Matteo Renzi. Il Pd rovina l’Italia»

«Penso che il Pd stia dando una prova disgustosa di esercizio del potere sulla pelle dei cittadini». Matteo Salvini commenta così lo scontro interno al partito di governo, che, spiega, è il «problema dell’Italia». 

«L’Italia ostaggio del Pd, mi viene il voltastomaco»

«Mi rifiuto di pensare a un’Italia che per due mesi sia sospesa e ostaggio del congresso del Pd. Mi fa venire il voltastomaco», ha detto il segretario della Lega Nord, parlando con i giornalisti a Firenze in occasione della sua visita alla fiera “Firenze Libro Aperto”. «Il problema dell’Italia è il Pd. L’emergenza è andare alle urne con la legge elettorale che vogliono», ha quindi aggiunto Salvini che, ai giornalisti ch gli chiedevano quali fossero i suoi avversari nella competizione per la leadership per il centrodestra, ha risposto: «Il mio avversario si chiama Matteo Renzi, non ho altri avversari».

Per Salvini «chi fugge dalle elezioni ha paura»

«Chi fugge dal confronto con i cittadini, dalle elezioni, vuol dire che ha paura», ha sottolineato ancora Salvini, che, parlando delle primarie, si è augurato che «il centrodestra sia totalmente diverso, quindi partecipi alla luce del sole: io ci sarò, spero che ci siano tanti altri». Infine, una battuta sul caso Consip, in cui sono indagati sia il ministro dello Sport, il renziano di ferro Luca Lotti, sia Tiziano Renzi, padre dell’ex premier. «È strano che ci sia qualche giudice che riesce a indagare anche a sinistra: onore al merito», ha detto il leader del Carroccio.