Salvini: «Che schifo, il governo non svela i nomi dei debitori delle banche»

Il no alla pubblicazione dei nomi dei grandi debitori delle banche che ricevono soldi pubblici provoca la dura reazione di Matteo Salvini.  «Che schifo! Ieri sera, verso le 22, la  commissione Finanze del Senato, su richiesta di governo e Pd ha bocciato la proposta della Lega di rendere pubblici i nomi di chi ha avuto milioni di euro in prestito dalle banche e non li ha restituiti (fregando tutti gli altri risparmiatori) – ha scritto sulla sua pagina Facebook il leader della Lega – e ha bocciato anche la proposta di far milionari da parte dei manager bancari con responsabilità accertate. Sarà contenta Maria Etruria Boschi! I furbetti del Pd aiutano gli “amici”, a pagare sono gli italiani». Salvini annuncia un sit in davanti al Senato contro «questa vergogna».

Banche, Brunetta: giù le mani dalla Commissione d’inchiesta

 Dal canto suo, Renato Brunetta ha osservato che «la proposta o l’indiscrezione della richiesta da parte del verdiniano Enrico Zanetti quale presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sulle banche sa tanto di una barzelletta». Il capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio ha auspicato: «Spero non sia vero, ma solo una battuta. Monte dei Paschi vuol dire Pci-Pds-Ds-Pd e quindi natura democratica vorrebbe che la presidenza andasse a un esponente dell’opposizione».