Recidive e non imputabili: fermate tre baby borseggiatrici di 9, 12 e 13 anni

Hanno appena 9, 12 e 13 anni le baby borseggiatrici fermate in flagranza dai carabinieri sulla metropolitana di Roma. Eppure a loro carico esistono già precedenti specifici. Tutte e tre abitano nel campo nomadi di Aprilia

Le baby borseggiatrici in azione sulla metro A

I carabinieri le hanno individuate nel corso di alcuni controlli anti-borseggio su un treno della metro A. Le bambine erano salite a Termini e, una volta arrivate alla fermata Spagna, sono entrate in azione, sfilando il portafogli dalla borsa di una turista cinese. I militari, che erano in abiti civili, hanno assistito alla scena e le hanno fermate subito dopo il colpo, portandole poi in caserma insieme alla vittima, cui è stata riconsegnata la refurtiva. 

Avevano precedenti 

Dagli accertamenti che sono seguiti i carabinieri hanno scoperto che la 13enne si era allontanata arbitrariamente da una comunità, dove era stata collocata. Quindi è stata affidata all’Istituto per minori di Roma Casal del Marmo, mentre le altre due bambine, non imputabili per la giovanissima età, sono state riaffidate ai genitori.