Rapinarono un’anziana handicappata: catturate due nomadi

Manette ai polsi di due giovani donne nomadi responsabili di una rapina violenta. La Polizia di Stato di Vicenza, dopo una laboriosa attività di indagine, ha arrestato due nomadi, responsabili di una violenta rapina ai danni di un’anziana, aggredita in centro città. Il fatto, particolarmente odioso perché consumato in danno di una persona incapace di difendersi e con menomate capacità deambulatorie, è stato così efficacemente risolto dagli uomini della Squadra Mobile della Questura che hanno condotto in carcere le due rapinatrici.  A finire in carcere Zingara Halilovic, 33 anni, rinchiusa nel penitenziario femminile di Montorio Veronese, e una rom di 17 anni, trasferita nel carcere minorile di Treviso.

Le due nomadi erano pluripregiudicate

Il fatto è avvenuto il 20 dicembre scorso: l’anziana si trovava nel centro storico di Vicenza per gli acquisti natalizi quando, secondo la ricostruzione del Gazzettino, «due donne, una giovanissima e l’altra più matura, le si sono avvicinate per chiederle l’elemosina. L’anziana, che nel camminare si aiuta con un bastone, ha tirato fuori il portafoglio qualche moneta, per poi entrare in un negozio. Le due nomadi l’hanno attesa all’uscita e poi seguita fino all’automobile parcheggiata in piazza Duomo. Mentre la signora apriva la porta, l’hanno sorpresa da dietro, aggredendola all’interno dell’automobile e sottraendole la borsa. Decisive ai fini della cattura, le immagini di una telecamera di sorveglianza di un negozio vicino alla zona della rapina.