Rapina violenta alla gioielleria Eleuteri, scoperti gli autori: sono due serbi

Finalmente hanno un nome e un volto i malviventi protagonisti di una rapina che ha fatto scalpore sia per le modalità sia per il bottino. La polizia ha infatti individuato gli autori della rapina milionaria a Milano del 21 settembre scorso alla gioielleria Eleuteri di via Sant’Andrea, nel quadrilatero della moda.

Due serbi gli autori della rapina alla Eleuteri

Le indagini hanno portato a due uomini. Si tratta di cittadini serbi, I.U. di 30 anni e A.S. di 29 anni. Dall’attività investigativa, condotta dalla Squadra Mobile di Milano, è emerso che i due operavano con modalità analoghe a quelle dei Pink Panthers, ovvero un gruppo di rapinatori che ha colpito gioiellerie  delle maggiori città europee.

L’aggressione alla dipendente

Nella circostanza uno dei rapinatori si era presentato alla dipendente della gioielleria Eleuteri come finto cliente, parlando in lingua inglese. In un primo momento aveva chiesto di visionare alcuni gioielli, Subito dopo si era reso protagonista di un’improvvisa violenza aggredendo la donna. Le aveva poi legato le mani e i piedi con alcune fascette di plastica. E il bottino era stato notevole. L’attività investigativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione del Gabinetto Regionale Polizia Scientifica e con la collaborazione con il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia.