Quartieri Spagnoli come il Bronx: 16enne accoltella in strada un 18enne

Far west a Napoli: in quella che è ormai una lotta fratricida tra ragazzini inquieti, parenti malavitosi, esponenti di spicco di organizzazioni criminali rivali e deliquenti comuni, succede anche che un 18enne venga colpito da un fendente sferrato da un 16enne in mezzo alla strada, tra passanti e testimoni involontari dell’ennesima barbara aggressione a cielo aperto.

Napoli, 18enne accoltellato in mezzo alla strada 

È accaduto tutto nella notte, in uno di quei vicoli dei quartieri spagnoli, nel centro storico di Napoli, dove un 18enne è stato accoltellato mentre si trovava in compagnia di una ragazza. Secondo quanto ricostruito dagli agenti dell’Ufficio prevenzione generale, all’origine del gesto ci sarebbe un diverbio avvenuto qualche ora prima tra ragazzo ferito e uno dei parenti degli aggressori. Così, quando poco dopo la mezzanotte, i tre hanno individuato la vittima in vico Lungo Trinità degli Spagnoli mentre era in compagnia di una ragazza, non ci hanno pensato su due volte a bloccarlo e a colpirlo ripetutamente con un coltello, ferendolo in più parti del corpo. Poi, come il drammatico rituale violento vuole, dopo aver lasciato la vittima sanguinante in mezzo alla strada, gli aggressori sono fuggiti in scooter a tutta velocità, dilenguandosi nel buio.

Fermato un 16enne, ancora ricercati i complici

Immediatamente la Polizia di Stato ha attivato le ricerche degli aggressori, riuscendo a intercettare e bloccare il 16enne in vico Colonne a Cariati. Il minorenne, che ha già precedenti di polizia, è stato portato nel Centro di prima accoglienza dei Colli Aminei. Gli agenti della Polizia di Stato hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria il ragazzo, gravemente indiziato del reato di tentato omicidio, complice insieme ad altre due persone dell’accoltellamento. Complici che le forze dell’ordine stanno ancora cercando di rintracciare.