Passo falso di Madame Fillon: nel 2007 giurò «mai lavorato per mio marito»

Passo Falso di Madame Fillon. Nel 2007 la moglie del candidato francese alle elezioni presidenziali del 2017 giurò, nel corso di un’intervista al Sunday Telegraph, di non assistere il marito nello svolgimento delle sue funzioni. E ora gli estratti video, inediti, di quella conversazione saranno diffusi questa sera dalla trasmissione Envoyé Spécial con grande imbarazzo dei coniugi.

Le dichiarazioni risalgono a poco dopo la nomina di Fillon a Matignon nel maggio 2007 quando Penelope Fillon concede un’intervista al Sunday Telegraph in cui – interpellata sulla sua vita quotidiana – si lascia sfuggire di «non essere mai stata l’assistente» del marito, prima di precisare: «Non mi sono neanche mai occupata della sua comunicazione».

Lo rivela ora il sito di Le Figaro, precisando di non aver potuto visionare il video televisivo di 45 minuti che verrà diffuso nel corso della trasmissione di Elise Lucet.

Secondo estratti citati dalla stampa, Penelope Fillon nell’intervista dichiarerebbe di essere «poco a suo agio nei corridoi del potere». E precisa di non avere alcun ruolo al fianco del marito. Quando invece dovrebbe essere stata la sua assistente parlamentare, quindi quella di Marc Joulaud, da una decina d’anni.

Su Tf1Fillon aveva spiegato nei giorni scorsi – dopo la denuncia del Canard Enchaine relativa a presunti impieghi fittizi assicurati a Penelope che «la moglie lavora per lui da sempre, dal 1981, dalla sua prima elezione». Una contraddizione che ora la Francia pretende di capire.