Parigi, fermate tre jihadiste. Una di loro era in contatto con il terrorista Kassim

La polizia ha fermato una liceale 18enne della banlieue parigina, accusata di preparare un attentato jihadista. Lo riferisce il sito di Le Figaro, aggiungendo che sono state fermate altre due ragazze. Tutte e tre farebbero parte delle “leonesse”, un gruppo in contatto con esponenti dello Stato Islamico in Siria e in Iraq.

Residente a Creil, nel dipartimento dell’Oise, la liceale fermata era in contatto via Telegram con Rachid Kassim, istigatore di diversi progetti terroristi nella regione parigina. Gli inquirenti, che hanno interrogato la giovane, stanno valutando il suo coinvolgimento  in eventuali attentati e chiarirne gli obiettivi. Kassim – hanno dichiarato le autorità americane – è stato ucciso ai primi di febbraio da un attacco con un drone vicino Mosul, in Iraq.

Kassim era considerato il nemico pubblico numero uno della Francia ed era noto per la sua propaganda a favore dell’Isis. È  considerato l’istigatore dell’assassinio di padre Jacques Hamel nella chiesa francese di Saint-Etienne-du-Rouvray, nei pressi di Rouen, avvenuto a luglio 2016. Ancora a Kassim si attribuisce la responsabilità di essere stato l’istigatore della strage di Nizza, dell’assassinio di una coppia di poliziotti a Magnanville a giugno, e del commando di donne che ha lasciato bombole di gas nell’auto parcheggiata a Notre Dame.