Ostia, vietato ricordare le foibe. Casapound: impediremo il corteo antifascista

Un corteo antifascista a Ostia contro Casapound che ricorda le foibe? Non se ne parla nemmeno. Protestano i militanti del movimento di destra radicale a Ostia (X Municipio) chiedendo di non autorizzare un’iniziativa che giudicano come una provocazione.

No al corteo antifascista

“È assurdo – si legge in una nota – che sia permesso un corteo antifascista e contro CasaPound ad Ostia in prossimità del Giorno del Ricordo e in concomitanza della fiaccolata per i martiri delle foibe di Acilia. Se il corteo annunciato dalla fantomatica sigla Ostia Solidale sarà autorizzato siamo pronti ad occupare la piazza della stazione Lido Centro ed impedirlo insieme a tutti quei residenti stanchi delle menzogne di un sistema marcio”.

Ennesima provocazione 

Così prosegue la nota di CasaPound: “Facciamo appello a tutte le forze politiche ed alle istituzioni di far rispettare quella che è una giornata istituita da una legge nazionale. Non siamo più disposti ad assistere alle prepotenze ed alle menzogne della sinistra istituzionale e non. Si usi il buon senso e si annulli un corteo che è soltanto l’ennesima provocazione di chi fomenta l’odio e cerca lo scontro politico”. 

Corteo di CasaPound a Acilia

Da notare che CasaPound aveva senza problemi partecipato al corteo del 21 gennaio a Ostia contro la proroga del commissariamento del X Municipio. La fiaccolata in memoria delle vittime delle foibe è in programma ad Acilia sabato alle 17. Anche quest’anno – lamentano gli esponenti di Casapound – “nessuna iniziativa è prevista nel nostro territorio e riteniamo gravissimo che sia stata addirittura negata la sala consiliare di Ostia per una conferenza”.