Oscar, Trump: ossessionati da me, hanno sbagliato a dare la statuetta

Ossessiva concentrazione sulla politica, ossia sugli attacchi alla sua persona. A questo, secondo Donald Trump, si deve la gaffe durante la cerimonia degli Oscar, dove la statuetta per il miglior film è stata prima “assegnata” erroneamente a La land‘ poi a Moonlight. «Io credo – ha dichiarato il presidente Usa in un’intervista esclusiva al sito ultraconservatore Breitbart News, cofondato da Stephen Bannon – che fossero così concentrati sulla politica da non riuscire, alla fine, ad organizzarsi per bene». È stato un po’ triste – ha aggiunto Trump bersaglio polemicomm anche se assente per tutta la cerimonia degli Oscar – ha tolto glamour agli Oscar.

Trump: ossessionati da me

Il presidente americano è stato attaccato da una Hollywood sempre più schierata contro il presidente degli Stati Uniti. I primi segnali si sono visti già sul red carpet: molti artisti, infatti, hanno esibito sui propri abiti da sera un fiocchetto azzurro, il fiocco dell’Aclu (American Civil Liberties Union), l’organizzazione che si batte per i diritti civili in prima linea contro la presunta “dittatura” di The Donald. Per chi avesse dubbi sull’ossessione dello star system  basta leggere i due tweet che Jimmy Kimmel, presentatore della serata,  ha inviato dal palco a Trump, il primo per accertarsi che il presidente fosse sveglio ed il secondo per inviargli i saluti della Streep. In un’altra intervista  Trump ha confermato i sospetti contro l’amministrazione precedente accusandola di essere l’ispiratrice delle protese. «Io credo che dietro vi sia il presidente Obama perché c’è sicuramente la sua gente dietro».