Oscar, dopo il fiocco rosso per la ricerca sull’Aids, ecco il fiocco blu anti Trump (video)

Dopo il fiocco rosso pro-malati di Aids e ricerca, nella Notte degli Oscar con Donald Trump superstar della serata arriva il fiocco blu anti Presidente. Questa edizione della serata di premiazione delle stelle del firmamento hollywoodiano sarà ricordata, infatti, soprattutto per le continue tirate polemiche e satiriche contro il presidente degli Stati Uniti. Così, se il presentatore Jimmy Kimmel ha esordito sul palco del Dolby Theater ringraziando l’inquilino della Casa Bianca perché con le sue politiche ha reso meno razzisti gli Oscar –«Noi qui a Hollywood non discriminiamo in base alla religione o alla nazione, solo in base all’età e al peso», ha ironizzato il conduttore – in platea tutti gli attori, rigorosamente militanti anti-Trump, hanno indossato il fiocco blu di ordinanza: il simbolo della loro battaglia contro il presidente.

Le star in platea con fiocco blu anti-Trump

Esattamente come fino a qualche anno fa in occasioni glamour o di beneficenza, le stesse stelle applicavano a decoltée e doppiopetto il fiocchetto rosso, simbolo mondiale della solidarietà agli Hiv-positivi e ai malati di Aids. Quest’anno, contrordine “compagni” americani è stato il grido di battaglia: tra abiti griffati e accessori di lusso, lustrini, paillettes e polvere di stelle, i flash dei paparazzi nella notte scorsa si sono concentrati tutti su quel nastrino blu, simbolo non a favore di qualcuno ma chiaro messaggio mediatico di protesta contro la politica di Trump. E se negli anni scorsi si discuteva di Valentino e Armani, Givenchy e Prada; maxi gonne e strascichi, trasperenza e nude look: quest’anno il diavolo hollywoodiano, invece, ha vestito il nastro blu…