Olimpiadi, Milano approfitta del no di Raggi. Maroni: «Ci candidiamo noi»

«Sono pronto a fare il dossier per avere le Olimpiadi a Milano e in Lombardia nel 2028. La scelta della giunta di Roma è stato un grave errore, ospitare eventi internazionali vuol dire grandi potenzialità come abbiamo dimostrato con l’Expo». Il governatore della Lombardia Roberto Maroni torna sull’ipotesi di rilanciare una candidatura italiana per i Giochi olimpici, ricordando che «ospitare eventi internazionali vuol dire certamente mile problemi, ma se fai le cose per bene hai grandi vantaggi».

Il «grave errore di Roma» 

«Quello di Roma è stato un errore, ma ben venga se servirà a portare i Giochi in Lombardia», ha detto ancora Maroni, ospite della trasmissione La politica nel pallone del Gr Parlamento. «Dipende tutto da dove andranno le Olimpiadi del 2024, se non andranno in Europa – ha chiarito il governatore – saremo pronti a presentare il dossier». «Abbiamo molto da fare, ma ci stiamo lavorando», ha detto Maroni a proposito degli «impianti sportivi sul sito Expo, oltre 100 ettari». «Ci sono una serie di progetti tra cui un campus universitario. Penso che potremmo fare anche – ha concluso – impianti sportivi che servano per i ragazzi, gli studenti e la città ma anche in vista della candidatura del 2028».