Muore la moglie in clinica: il marito anziano prende a pugni il medico

Ancora un medico nel mirino a Palermo. Dopo l’aggressione di qualche giorno fa ai danni del responsabile del pronto soccorso del Civico, a cui un paziente infastidito dai lunghi tempi d’attesa ha sferrato un pugno al volto, un nuovo episodio di violenza si è registrato in una clinica privata. Vittime il primario del reparto di Oncologia de La Maddalena e un’altra dottoressa, picchiati dal marito di una donna, malata terminale, dimessa qualche giorno fa e morta poco dopo.

L’uomo infuriato ha aggredito il medico 

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo, un pensionato si è recato nella struttura. Infuriato e addolorato per la morte della moglie di cui riteneva responsabili i medici, li ha cercati nella struttura e li ha aggrediti. Sul posto è intervenuta la polizia. Indagini sono in corso per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.

L’ordine dei medici si costitusce parte civile

Proprio mercoledì  il presidente dell’Ordine dei medici della provincia di Palermo, Toti Amato aveva annunciato: «D’ora in poi, a tutela della categoria, tutti gli Ordini dei medici siciliani si costituiranno parte civile nei processi che coinvolgono il personale medico e paramedico degli ospedali siciliani vittime di aggressioni verbali e fisiche. Intendiamo conoscere innanzitutto l’identità degli aggressori, ma anche affermare in un’aula di tribunale la radice di disagio sociale degli episodi violenti che si moltiplicano di giorno in giorno, soprattutto nelle aree di emergenza come i Pronto soccorso e le guardie mediche».