Morto Leone Di Lernia, cantante trash famoso per le “cover” scurrili (video)

Lo davano per malato da giorni ma in fase di recupero, invece Leone Di Lernia non ce l’ha fatta ed è spirato in un nosocomio milanese. L’annuncio lo hanno dato gli speaker di Radio 105, che nel programma lo “zoo di 105” ospitava da anni il cantante di origine pugliese. «Sembra uno scherzo, uno dei mille fatti dallo Zoo, ma con il cuore spezzato, dobbiamo annunciare che Leone ci ha lasciato questa mattina! Riposa in pace fratello», è il primo commento degli autori del programma, per quasi dieci anni (dal 1999 al 2008 e di nuovo nel 2011) spalla comica del programma radiofonico. Nato a trani, Leone Di Lernia, che avrebbe compiuto 79 anni il prossimo 18 aprile, è stato un conduttore radiofonico ed un cantautore trash-demenziale italiano. Ha raggiunto la popolarità a inizio anni novanta grazie a delle cover parodistiche e goliardiche e spesso scurrili di brani di musica dance. La sua pagina Facebook si sta riempiendo di messaggi di cordoglio di colleghi e fan. A fine anni Novanta arrivò per lui la popolarità a livello nazionale grazie alla partecipazione al programma radiofonico di Radio Monte Carlo Fausto Terenzi Show e ai due dischi della serie “Barhouse” in cui ad essere reinterpretati nel suo solito mix di barese/italiano sono i successi da discoteca del momento. Nel 1997 si candidò senza successo come capolista della Lega d’Azione Meridionale che sosteneva Giancarlo Cito come candidato sindaco alle elezioni comunali di Milano. Nel 1999 inizia a collaborare come spalla comica al programma radiofonico Lo Zoo di 105 su Radio 105.