Molestano la moglie. Lui la difende e viene picchiato con la figlia in braccio

Una violenza cieca e selvaggia. Lo hanno buttato a terra e preso a calci e pugni. La vittima, un padre con la bimba di tre anni in braccio. È successo sabato scorso, all’incirca alle 11 di sera davanti al Bingo di piazza Barche a Mestre. La storia è cominciata prima, quando la famiglia, padre, madre e bimba sono usciti a mangiare una pizza per festeggiare il compleanno dell’uomo.

Picchiato per aver difeso la moglie

Dopo una tranquilla serata trascorsa in centro città, come si legge sul Messaggero, i tre hanno  fatto due passi prima di prendere l’auto e rientrare a casa. Sono passati davanti al Bingo di via Guglielmo Pepe 2, e hanno così deciso di entrare per giocare un po’ e tentare la fortuna. Quando sono usciti dalla sala gioco hanno incrociato un gruppo di persone di colore che stavano uscendo dal bar: passando, uno di loro ha palpato il sedere alla donna. Il marito ha subito chiesto cosa stessero facendo, e questi per tutta risposta gli hanno detto di farsi i c… suoi. Dopo di che è stato picchiato e preso a calci e a pugni. I molestatori lo hanno duramente malmenato ignorando che l’uomo teneva in braccio la figlioletta di tre anni.