Milleproroghe, il governo pone la fiducia. Meloni: «È una vergogna»

Dopo che la Camera ha respinto la  richiesta di sospensione della seduta, il governo, per bocca della ministra per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, ha posto  la questione di fiducia sul decreto legge milleproroghe nel testo  approvato dal Senato.Duro e imemdiato il commento delle opposizioni, a partire da Giorgia Meloni: «Vergognosa la decisione del governo di  mettere la fiducia sul decreto milleproroghe nonostante la  disponibilità data da tutte le forze di opposizione, Fratelli d’Italia compresa, per votare il provvedimento senza ostruzionismo se fossero saltate le norme contro ambulanti e tassisti. Il governo si conferma  forte con i deboli e debole con i forti: trova miliardi di euro per salvare gli amici della finanza internazionale e usa le maniere forti  con categorie di lavoratori. come ambulanti e tassisti, che non  navigano certo nell’oro».