Lavoro, torna la voglia di emigrazione. Tre su dieci guardano alla Germania

Sorpresa: se gli italiani dovessero scegliere dove lavorare all’estero, 3 su 10 cercherebbero un impiego in Germania. E’ quanto emerge dalla ricerca Adp, ‘La forza del lavoro in Europa 2017’, che indaga l’attitudine degli impiegati nei confronti del futuro del lavoro. E’ stata condotta nel luglio 2016 su un campione di circa diecimila lavoratori in Francia, Germania, Italia, Olanda, Polonia, Spagna, Svizzera e Regno Unito. 

Coloro che hanno minori opportunità di impiego o di carriera nei loro paesi di origine sono più propensi a prendere in considerazione di trasferirsi all’estero e tra i lavoratori più interessati a quest’opzione vi sono proprio gli italiani (88%), seguiti da polacchi e spagnoli (86% e 85%).

Per contro, i lavoratori nel Regno Unito e in Francia sono quelli che meno probabilmente prenderebbero in considerazione un trasferimento e quasi metà dei lavoratori dichiara di non essere interessata a un’opportunità di lavoro all’estero (43% e 46%).

Gli italiani si piazzano al 13esimo posto dei desideri dei tedeschi (3,1%), al quinto degli inglesi (4,6%) che vorrebbero tanto andarsene in Spagna (12,7% probabilmente per regioni climatiche), al sesto degli svizzeri (6%) che preferiscono la Francia (32,5%), al quinto della Spagna (10,3%) che guarda alla Germania (35%) e al sesto della Francia (6,5%) anch’essa proiettata verso la Germania (12,1%). E i tedeschi? Preferiscono l’Austria (12,1%), per ragioni linguistiche. I lavoratori maggiormente disposti a lavorare all’estero, vale a dire quelli in Polonia, Spagna e Italia, sono anche quelli che affermano che migliorare le loro competenze linguistiche è importante, il che lascia pensare che siano motivati dal desidero di cercare opportunità di lavoro a livello internazionale.

La lingua è chiaramente un fattore determinante e molti lavoratori privilegiano paesi aventi una lingua in comune. La Svizzera è tra le destinazioni preferite dei lavoratori tedeschi, francesi e italiani, l’Austria il paese preferito dai tedeschi, mentre Germania e Francia sono i paesi preferiti dagli svizzeri. Tra gli italiani, infatti, alla domanda ‘per che tipo di competenze e formazione senti di necessitare di aiuto?’, il 29,1% ha risposto linguistiche, il 24,4% vorrebbe aumentare le proprie competenze nell’It, il 23,5% nell’utilizzo di nuovi dispositivi e tecnologie.