Juncker non si dimette: «Terminerò il mandato nel novembre 2019»

Il presidente della  Commissione europea Jean-Claude Juncker smentisce le voci che lo vogliono sul piede di partenza: «Non mi dimetterò. Porterò a termine  il mio mandato fino alla fine, che è all’inizio del novembre 2019,  ma lo sapevate già». Così Juncker risponde, incontrando la stampa al fianco del  primo ministro irlandese Enda Kenny a Bruxelles, a chi gli chiede se  intenda dimettersi. La Commissione guidata da Juncker si è insediata  il primo novembre del 2014 e il suo mandato andrà avanti fino al 31  ottobre 2019.

Intanto si apprende che Bruxelles   diffonderà il Libro Bianco sul futuro dell’Unione “prima” del vertice di Roma del 25 marzo, come promesso dallo stesso Juncker nel suo  discorso sullo stato dell’Unione lo scorso settembre. Lo ha assicurato il portavoce capo dell’esecutivo comunitario, Margaritis Schinas, oggi a Bruxelles durante il briefing con la stampa.

«Contrariamente ai rumours e alle voci secondo le quali Juncker non  avrebbe onorato la promessa di presentare il Libro Bianco prima del  vertice di Roma – ha detto Schinas – presenteremo il Libro Bianco sul
futuro dell’Ue esattamente come annunciato. Coloro che pensavano che  non sarebbe stato presentato devono prepararsi a leggerlo».

La presentazione avverrà «in un momento che permetta ai leader a Roma  di entrare nel merito della questione: sui tempi su questi documenti  ci sono questioni di pianificazione, stiamo continuando a lavorarci».