Immigrato chic: vede in vetrina una camicia da 90 euro, gli piace e la ruba

In libertà nonostante i precedenti penali. Vede una camicia in un noto negozio del centro di Piombino (Livorno). Non una qualunque, ma tra le più costose. Gli piace e se la porta via. I finanzieri intervengono e lo denunciano per furto aggravato. I militari delle Fiamme Gialle sono riusciti a sventare un furto ai danni di un commerciante.

Il furto in pieno centro a Piombino

Il titolare dell’esercizio commerciale, un negozio di abbigliamento del centro cittadino, uscendo dal negozio e dando, a voce alta, l’allarme, ha attirato l’attenzione di una pattuglia che, transitando nei paraggi, è intervenuta tempestivamente, fermando l’uomo segnalato e  sottoponendolo a controllo.

L’extracomunitario aveva infilato tutto nei pantaloni

Alle domande dei finanzieri, il fermato, un cittadino extracomunitario, ha rivelato spontaneamente cosa nascondeva all’interno dei pantaloni. E ha consegnato la merce rubata – una camicia del valore di circa 90 euro – poi restituita al negoziante dai militari. L’uomo, sprovvisto di documenti, è stato condotto presso gli uffici della compagnia di Piombino, dove, a seguito di accertamenti, è stato sottoposto a fermo di identificazione.

A finire in manette è un marocchino

I rilievi hanno consentito di identificarlo in un quarantatreenne di nazionalità marocchina con numerosi precedenti penali, peraltro sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Piombino per spaccio di stupefacenti. L’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Livorno per il reato di furto aggravato.