Immigrati irregolari: a Napoli e Milano boom di ricorsi contro le espulsioni

Record di ricorsi contro il respingimento delle richieste di asilo, presentate dai migranti e bocciate dalle Commissioni territoriali. Da gennaio a ottobre 2016 le impugnazioni presentate hanno dato vita a 37.899 nuovi procedimenti davanti ai tribunali. Per provare ad accelerare il percorso il governo è intervenuto con un decreto che prevede l’istituzione di quattordici sezioni specializzate nei distretti e l’eliminazione del secondo grado di giudizio per le domande di asilo respinte, si legge su “il Mattino“.
 
37.899 ricorsi contro le espulsioni
 
I ricorsi contro la bocciature delle commissioni territoriali hanno investito soprattutto i distretti di Napoli (3.593), Milano (3.354), Palermo (2.906). I dati sono fl risultato di un monitoraggio tra gli uffici giudiziari condotto dal Csm. Afronte di queste cifre non crescono invece i ricollocamenti nei Paesi Ue. I ricorsi contro la bocciature delle commissioni territoriali hanno investito soprattutto idistretti di Napoli (3.593), Milano (3.354), Palermo (2.906), Roma (2.837), Venezia (2.668), Firenze (2.102) e Catania (2.077). Appena sotto la soglia di 2.000 si collocano invece i tribunali di Bari (1.969), Torino (1951) e Bologna (1.830). I procedimenti pendenti, invece, sono 40.443. Negli stessi dieci mesi sono state invece 3.958 le decisioni dei giudici di primo grado appellate: il prunaio, con 881 ricorsi, è della Corte di appello di Ancona, seguono Bologna (521), Brescia (489), Cagliari (445), Catanzaro (276) e Perugia (244). Mentre per quanto riguarda le Corti d’appello, procedimenti in entrata e pendenti tendono a equivalersi: i primi sono 3.958, i secondi 4.086.
 
Per fare fronte alla nuove misure previste dal governo, e istituire le 14 sezioni specializzate nei tribunali, il Csm ipotizza la pubblicazione di posti negli uffici. Si tenterà cioè di fare fronte alle nuove esigenze con il trasferimento volontario di magistrati di altre sedi giudiziarie. A fronte di 9.456 sbarchi avvenuti solo nel 2017 (nello stesso periodo del 2016 erano 6.589), sono poco più di 176mila i migranti ospitati nelle strutture del governo. In testa alla classifica c’è ancora la Lombardia, con 23.565 persone, seguita da Lazio (14.678) e Veneto (14.415).