Il centrodestra a fianco di tassisti e ambulanti: “Ma chi lancia bombe carta è cretino”

La protesta di tassisti, ambulanti e di tutte le categorie colpite dai diktat dell’Ue trova il sostegno dei partiti del centrodestra. Numerose sono state le prese di posizione di esponenti di quest’area politica in favore dei lavoratori nella loro ribellione alle decisioni della Commissione di Bruxelles e dell’esecutivo.  Nello stesso tempo c’è anche la ferma condanna di ogni forma di violenza.

«La Lega è da sempre contro la direttiva  Bolkestein, ma è al fianco dei lavoratori per bene, che protestano  civilmente e non usano la violenza”. Lo dice Matteo Salvini parlando  alla Camera della protesta dei tassisti in piazza Montecitorio. Il leader del Carroccio condanna l’uso alla manifestazione di bombe carta: ”Ci sono milioni di italiani truffati dal governo e  dall’Europa, ma chiunque lanci bombe carte è un cretino…».

“Il governo si fermi e ascolti le giuste ragioni dei tassisti. Ma soprattutto sia aperto al confronto con tutte le realtà rappresentative della categoria e non preveda incontri solo  con alcuni, come allo stato sembra intenzionato a fare”. Così il  vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri. “Anche oggi sarò in piazza accanto a tutti i lavoratori che vedono  messa a repentaglio la propria attività per l’ottusità di una  maggioranza che, di fatto, favorisce la concorrenza sleale,  liberalizza in maniera selvaggia il mercato e incoraggia l’abusivismo  crescente – aggiunge il senatore di Forza Italia – . Servono regole e  garanzie certe per i tassisti che svolgono un servizio pubblico, non  norme che ne penalizzano il lavoro”.

“Il Partito Democratico sta uccidendo il  lavoro libero, quello dei piccoli commercianti con i loro banchi nei  mercati rionali, quello dei tassisti che hanno comprato licenze a  centinaia di migliaia di euro e che si troveranno dopo il mille  proroghe con in mano carta straccia. È incredibile che gli ex  comunisti siano oggi spietatamente iperliberisti, che chi era con i  proletari sia dalla parte delle multinazionali e delle lobby della  grande distribuzione”.  Così Fabio Rampelli, capogruppo alla Camera  di Fratelli d’Italia, partecipando alla manifestazione degli ambulanti  davanti a Montecitorio.

“E’ molto grave che il partito democratico per difendere i propri  riti partitocratici ricorra alle cariche della polizia contro  ambulanti e taxisti”. È la dichiarazione di  Gianni Alemanno, segretario del Movimento  Nazionale. “La realtà è che questo partito con emendamenti pirata non concordati  con nessuno sta devastando il presente e il futuro di queste due  categorie levando il lavoro a decine di migliaia di famiglie solo per  fare favori alle multinazionali”, aggiunge Alemanno.

“È una battaglia giusta. Non è solo per i tassisti, ma per tutti i cittadini, onesti lavoratori. È  una  battaglia che riguarda tutti quando vediamo che gli interessi della  finanza e delle multinazionali superano quelli dei lavoratori onesti”. Lo ha detto il capogruppo della Lega alla Camera, Massimiliano  Fedriga, parlando ai tassisti che manifestano in piazza Montecitorio  contro il decreto milleproroghe. Fedriga ha invitato i tassisti a ”evitare di prendere una deriva che  possa farli passare dalla parte del torto”.